Redazione: e-mail redazione@tno.it - 
tel. 080.4670340-080.4670302 fax 080.4670.253

Articolo pubblicato su

"I QUADERNI DEL LEM" n.1 - 1999

LEM - Livorno Euro Mediterranea - Associazione gestita dal Comune di Livorno

TITOLO: La cooperazione internazionale

TECNOPOLIS e la cooperazione internazionale

Annamaria Annicchiarico – Nicola Sasanelli
Tecnopolis CSATA Novus Ortus (Valenzano-Bari-Italy)

La globalizzazione dell'economia e' percepita dalle piccole imprese per un verso per l'affacciarsi di nuovi concorrenti nei propri mercati locali e per un altro per l'identificazione di nuove opportunita' di produzione e di commercializzazione in mercati lontani in via di forte crescita per effetto di investimenti internazionali a sostegno dello sviluppo, come ad esempio le aree del Centro-Est europeo, il Bacino del Mediterraneo, l'Asia e l'America Latina.

Aumenta pertanto il bisogno di conoscere ed interpretare le dinamiche in corso, per gestire al meglio la propria crescita e competitivita'. Ogni piccola impresa avverte sempre piu' l'esigenza di includere nella propria strategia valutazioni ed orientamenti efficaci rispetto ai processi di internazionalizzazione, a partire dalla disponibilita' di informazioni appropriate sui mercati e dall'attivazione di relazioni efficaci di cooperazione.

Lo scenario europeo e' gia' affollato di organizzazioni, programmi e strategie per sostenere il processo di internazionalizzazione delle piccole imprese, molte sono ormai le reti di informazione, di cooperazione e servizi. Manca tuttavia un quadro unitario di informazione e di indirizzo, una sorta di "carta delle reti" che, ribadendo i principi di sussidiarieta' e di coesione, definisca il complesso dei servizi e faciliti l'accesso ad essi da parte delle imprese destinatarie.

A livello locale occorre promuovere e realizzare la concertazione fra i diversi intermediari operanti su una circoscritta area territoriale, per favorire lo scambio delle best practices e per definire la qualita' dei servizi offerti, fornire messaggi chiari ed univoci sulle competenze necessarie e messe in campo (eliminando quindi confusione di ruoli), fissare i criteri generali di tariffazione dei servizi a valore aggiunto.

Le azioni piu' urgenti riguardano:

l'informazione di base sui Paesi di sbocco,

le consulenza ed il trasferimento del "come fare" da parte di organizzazioni che gia' operano in ambito internazionale,

l'assistenza ed il sostegno finanziario rispetto a problemi di liquidita', valuta, e credito,

la sensibilizzazione e la promozione dei servizi di telecomunicazione, quali fattori di sviluppo delle PMI.

Risulta infatti determinante che i piccoli operatori divengano in grado di accedere ai concetti, metodi e tecnologie proprie della Societa' dell'Informazione, introducendo nel proprio modus operandi abituale strumenti come la televideoconferenza, il commercio elettronico o l'uso appropriato di Internet, per far conoscere le proprie attivita' e i propri prodotti.

E' possibile quindi identificare azioni e progetti miranti a:

garantire l'opportuno livello di formazione delle risorse umane, a livelli sia decisionali (imprenditori, manager, ecc.) sia operativi (addetti al marketing, alle vendite, ecc.),

sviluppare la capacita' di adottare le nuove tecnologie, in particolare con l'inserimento dell'impresa in reti di informazione e di trasferimento tecnologico,

garantire un corretto dimensionamento e la diversificazione delle fonti finanziarie e degli impieghi correlati, ivi comprese tutte le forme di capitale di rischio;

tenendo conto contemporaneamente:

del punto di vista e delle specifiche esigenze della singole impresa, quale destinatario finale,

della facilita' e semplicita' di accesso alle opportunita',

della necessita' di sviluppare iniziative orientate ad ampie trasversalita' territoriali (nord-sud d' Europa, Bacino del Mediterraneo), valutando e sostenendo la creativita' di organismi rappresentativi di imprese "locali".

In questa direzione Tecnopolis si e' gia' mossa, a partire dall'anno 1997 e dopo aver consolidato un ampio network europeo che ormai praticamente coinvolge tutti gli Stati dell'Unione, in particolare verso alcuni dei Paesi del Mediterraneo per i quali appariva piu' immediato e promettente impegnarsi in relazioni e progetti, senza pero’ trascurare i vicini Paesi dell’Est.

Con la Repubblica araba di Egitto sono ad oggi operativi quattro accordi bilaterali di collaborazione di cui due sono agrements con associazioni industriali e singole aziende e i restanti due sono istituzionali.

In particolare, il protocollo d'intesa con le associazioni industriali sono finalizzate ad ampliare le opportunita' di business di imprese italiane ed egiziane operanti nei settori dell'alta tecnologia.

Inoltre Tecnopolis, dal Febbraio 1998, e' coinvolto nel Protocollo di cooperazione scientifica e tecnologica fra la Repubblica Italiana e la Repubblica Araba di Egitto. Tale attivita’ intende promuovere la cooperazione diretta fra Istituti di Ricerca ed Universita', fra i due Paesi, nelle seguenti aree:

Cultural Heritage,

Remote Sensing e Space Technology,

Information Technology,

Microelectronics,

Environment ed Energy,

Business Development.

Tali aree di cooperazione sono state scelte anche sulla base di priorita' stabilite dalla cooperazione euro-mediterranea e, in particolare, dal programma MEDA.

Per ciascuna area i partner si sono impegnati ad approntare progetti pluriennali da proporre a finanziamento alla Unione Europea, ai rispettivi Governi e ad altri Enti ed Istituzioni impegnati nella Cooperazione Internazionale.

Con la Repubblica di Tunisia, Tecnopolis e' stata coinvolta dall'UNIDO nel programma IBIS (International Business Incubation Systems) che consiste nell'organizzare i servizi di un incubatore all'interno del costruendo Parco delle Telecomunicazioni di Tunisi. Tecnopolis e’ impegnato con l’Unido nella fase di stimolazione per l'apprendimento imprenditoriale internazionale "on the job" e nella valorizzazione della decennale esprienza sviluppata nel Parco al fine di impostare incubatori destinati ad accoglire imprese high tech, nonche' di impostazione di programmi di animazione imprenditoriale e di formazione all'imprenditorialita'.

Inoltre, di concerto con il Ministero degli Affari Esteri, Tecnopolis e' coinvolta nella preparazione del prossimo protocollo di cooperazione tecnico-scientifica fra Italia e Tunisia. Temi di grande interesse individuati dalle due parti sono: la gestione di Parchi Scientifici e Tecnologici e la promozione di scambi commerciali e tecnologici fra imprese italiane e tunisine dei settori della informatica, comunicazioni ed elettronica.

Con la Repubblica di Albania, Tecnopolis, con l’ausilio della CNA Puglia, ha prospettato al Governo Albanese l'idea di creare un "Centro per lo sviluppo della piccola e media impresa in Albania" con il compito di favorire attivita' di formazione, trasferimento tecnologico e creazione d'impresa.

Il principale obiettivo del nuovo Centro e’ quello di assistere il Governo Albanese nella realizzazione di iniziative mirate all’innovazione e coerenti con le politiche strategiche del Paese. Tale obiettivo si realizza attivando e attuando una serie di azioni inquadrate in una visione unitaria e strategica che va ad incidere sui principali aspetti della vita economica e sociale dell’Albania.

Il Centro contribuira’ alla crescita del tessuto imprenditoriale locale fornendo alle stesse aziende assistenza tecnica, gestionale e commerciale. Il Centro assistera’ le piccole e medie aziende soprattutto fornendo il supporto tecnico e garantendo soluzioni innovative ai processi di fabbricazione al fine di ottenere prodotti sempre piu’ competitivi sul mercato Europeo-Mediterraneo.

Nell’ottica di dotare la nuova struttura di contenuti relativi ad attivita’ gia’ consolidate, che caratterizzeranno il Centro stesso, si sono avviate una serie di iniziative di piu' ridotte dimensioni e assolutamente in linea con il macro-progetto complessivo: su tali iniziative e’ infatti possibile ottenere il cofinanziamento dalla Unione Europea nell’ambito dei programmi come Phare, JOP, Intereg, Cross Border etc.

Tecnopolis ha siglato un Memorandum d'intesa con l'Autorita' palestinese e l'Universita' araba di Gerusalemme per la cooperazione a favore delle imprese operanti in settori innovativi: in particolare si prevede la progettazione e costituzione dell'Al-Quds Innovation Centre sulla base delle esperienze fatte in Tecnopolis nell' Innovation Relay Centre IRIDE e nel Centro di Innovazione Imprenditoriale. Gli obiettivi generali dell'intesa riguardano: il supporto alla innovazione e modernizzazione delle PMI, l'aiuto alla creazione di joint ventures con imprese europee, la promozione di investimenti esteri in Palestina, e la partecipazione congiunta a programmi comunitari come MEDA ed ECIP.

E’ di sicura rilevanza, anche se non ancora pienamente operativo, il Protocollo di cooperazione scientifica e tecnologica fra la Repubblica Italiana e la Repubblica Federale di Iugoslavia: Tecnopolis e' particolarmente impegnata sul "Sviluppo e trasferimento tecnologico nel settore delle nuove tecnologie" da sviluppare con la facolta' di Ingegneria Elettronica dell'Universita' di Podgorica.

E’ convinzione di Tecnopolis che, mentre sta per scoccare l’ora dell’euromoneta, la globalizzazione dei mercati ha gia’ fatto saltare l’orizzonte di un mondo separato in blocchi economici: la mondializzazione attraversa regioni che non si disintegrano ma, al contrario, si organizzano in sistemi aperti ed interdipendenti. Questa convinzione nasce dal guardare il Mediterraneo ed i Paesi dell’Est come regioni gia' pronte ad operare in questa logica e quindi a costituire un interessante sottosistema dalle molteplici proficue relazioni.

Riferimenti degli autori

Annamaria Annicchiarico, Nicola Sasanelli

Annamaria Annicchiarico

Tecnopolis CSATA Novus Ortus
Str. per Casamassima Km.3 - 70010 Valenzano (Bari) – Italy
Tel: +39-080-4670416 - Fax:+39-080-4670253
E-mail: A.Annicchiarico@tno.it

Nicola Sasanelli

Tecnopolis CSATA Novus Ortus
Str. per Casamassima Km.3 - 70010 Valenzano (Bari) – Italy
Tel: +39-080-4670333 - Fax:+39-080-4670253
E-mail: n.sasanelli@tno.it


  


TECNOPOLIS CSATA Novus Ortus © 1998  - Tutti i diritti riservati
Sito progettato e sviluppato da Grifo multimedia S.r.l.